Sala 4

Archeologia nel Salento: età romana, tardoantico, medioevo.
Negli ultimi anni, hanno conosciuto un forte impulso le ricerche sul Salento romano, tardoantico e medievale.

L’archeologia subacquea ha permesso di ricostruire il paesaggio costiero di età romana, con l’individuazione di una serie di approdi minori e il censimento dei relitti sommersi.

Lo scavo a Brindisi, nel cortile del Vescovado, ha messo in luce un vasto repertorio di classi e forme ceramiche del II-III secolo d.C. prodotte in diversi centri del Mediterraneo, che documenta la particolare vitalità commerciale di Brundisium in età imperiale.

La fine del periodo antico è, invece, ben rappresentata dagli scavi della chiesa-martyrium di Vaste e dalla basilica di Le Centoporte.

In oltre quindici anni di intense ricerche, mediante la ricognizione e gli interventi di scavo (come quello a Supersano, a Quattro Macine, a Apigliano e a Muro Leccese) è stato possibile ricostruire la continua evoluzione del paesaggio e degli insediamenti attraverso il Medioevo fino alla formazione degli odierni Comuni. L’abbondanza dei rinvenimenti, soprattutto ceramica, mostra i cambiamenti avvenuti, attraverso i secoli, nelle relazioni tra il Salento, il Mediterraneo orientale e perfino l’Europa settentrionale.

galleria immagini della sala 4

 

 

 

 
menu di navigazione home page museo attività dataservice delle attività di ricerca dell'università del salento news link contatti
home page museo attivitàdataservice delle attività di ricerca dell'università del salento news link contatti